Il Narratutto
Progetto per la diffusione della narrazione

 

Il progetto nasce con l’obiettivo di esplorare le modalità espressive della narrazione orale, proponendo una serie di iniziative volte a sensibilizzare un’utenza che ha perso l’abitudine all’ascolto.

OBIETTIVI

1- Stimolare l’interesse e la curiosità verso delle forme di espressione alternative a quelle proposte normalmente, verso la letteratura, le proprie tradizioni e quelle di altri popoli.
2-
Migliorare le capacità di ascolto attraverso un momento di evasione che abbia  allo stesso tempo una finalità educativa.
3- Sviluppare le capacità di immaginare.  Ascoltare una storia è un ottimo esercizio per l’immaginazione, ognuno può farsi la sua idea dei personaggi , dei luoghi, delle situazioni; ci si rende conto dell’importanza delle parole, di come, a seconda del modo in cui viene espresso, lo stesso concetto possa variare ed essere interpretato diversamente.

4- Riflettere sui comportamenti attraverso l’analisi e l’immedesimazione in situazioni e personaggi di fantasia.

MODALITA'
Il lavoro è strutturato in due fasi, una prima parte dedicata all’ educazione all’ascolto e una seconda dedicata alla pratica.
Fase 1- Introduzione alla narrazione, coinvolgimento dei ragazzi nella creazione di uno spazio idoneo all’ascolto di racconti spostando le sedie e i banchi, esposizione di alcuni racconti da parte del conduttore, momento di confronto con i partecipanti;
Ogni racconto viene preceduto da una breve introduzione che ne precisa la provenienza e la tipologia. I racconti vengono scelti in accordo con gli insegnanti in maniera da offrire una panoramica su tutti i tipi di storie: racconti popolari, fiabe, storie di animali, racconti eziologici,  filastrocche, racconti filosofici…
Si presterà particolare attenzione a presentare racconti che possano risultare interessanti e comprensibili per la fascia d’età a cui ci si rivolge.
Fase 2 - Presentazione di un modello di struttura da utilizzare come riferimento per la creazione di un racconto. Creazione collettiva di un racconto attraverso le proposte dei partecipanti. Esposizione dei racconti da parte dei ragazzi.

Per concludere si può riservare un momento di confronto con i partecipanti, coadiuvato dall’intervento degli insegnanti.

DESTINATARI
Alunni delle scuole primarie e secondarie inferiori.

MEZZI DI ESPRESSIONE
Narrazione, teatro.

TEMPI
Ogni lezione è pensata per la durata di circa due ore scolastiche,
Il progetto prevede da un minimo di 2,  fino a 6 incontri per ogni gruppo-classe, secondo un calendario da concordare con gli insegnanti.

CONDUZIONE
Marco Bianchini

SOSTENITORI

Regione Piemonte Comune di Torino Circoscrizione7 Torino Giovani Fondazione CRT Sistema Teatro Torino