NAZIONALI | ven 18 e sab 19 novembre | Caffè della Caduta | PRIMA REGIONALE

IL SOGNO DELL'ARROSTITO

di e con Alberto Astorri e Paola Tintinelli
testi di Astorri, Tintinelli, Frongia
produzione Astorritintinelli Teatro
in coproduzione con OfficinaTeatro (CE) e Armunia Festival Inequilibrio
 
finalista Premio INBOX 2016

ASTORRITINTINELLI sognoarrostito ridotta

Un uomo e una donna in scena: luci e musiche gestiti dal vivo e da soli. Astorri e Tintinelli coppia “calda” del teatro postmoderno, presentano il loro sogno. Figure atipiche del panorama teatrale italiano: one man band, in grado di reggere da soli tutta l’orchestra dei diversi elementi teatrali, in grado di sostenere una recitazione senza forzature, una recitazione sulla recitazione, dove l’istinto caricaturale, satirico, si esprime non solo nei confronti del reale.
Ad animare lo spettacolo è un mix pacioccone di freddure demenziali. È una vena creativa popolaresca: poche e stupite parole, movenze da bradipo, acrobazie a mezz’asta. L’azione scenica si svolge tra luci alienanti e arnesi da ferramenta assembrati in modo bizzarro. In scena, surreale più che mai, la strana e consolidata coppia formata da Alberto Astorri e Paola Tintinelli, autori del testo con Rita Frongia. E il sogno di chi s’illudeva di trasformare il mondo e non riesce a cambiare neppure se stesso. 
 
Il sogno dell’arrostito è “una sintesi di questo Paese”. Sul palco, in una situazione surreale, un uomo e una donna, due militanti politici danno vita a una sorta di comizio. Tentano disperatamente di animare una festa dell’umanità nel vuoto d’amore di questo tempo. Entrambi credono nel riscatto per un mondo diverso da quello in cui vivono.
I due personaggi volteggiano, si tradiscono. Il cortocircuito che ridarà nuova luce è onirico: sogno e follia viaggiano sullo stesso binario. Esiste ancora una sponda ideale a cui tendere? Chi ha barattato le nostre ali?
 

La compagnia ASTORRITINTINELLI, è stata fondata nel 2002 da Alberto Astorri e Paola Tintinelli. Il loro incontro avviene al Festival di Santarcangelo di Romagna durante le prove per l’allestimento di  “Dammi almeno un raggio di sole” spettacolo per la regia di Davide Iodice dedicato a Federico Fellini . Alberto viene da una formazione teatrale accademica e da una laurea in Filosofia. Paola invece si diploma all’accademia di belle arti di Brera,  poi è attrice e scenografa autodidatta, con la passione del circo. Decidono di dare inizio ad un percorso sulla scrittura di scena e sulla figura dell’attore-autore anche sostenuti dalle collaborazioni che in quegli anni Alberto fa con Leo De Berardinis ed entrambi fanno con Guido Ceronetti.
La coppia ASTORRITINTINELLI vive e lavora a Milano e dal 2002 al 2014 si autoproduce “fuori dai circuiti ufficiali e dagli scastorritintinellihemi drammaturgici tradizionali”(F. Quadri, La Repubblica 27.10.2007) in una serie di spettacoli sostenuti anche da una critica militante la quale  arriva a definirli come “la coppia cult dell’underground milanese” (Livia Grossi, Corriere della Sera 22.05.2007i) o paragonarli alla coppia “Leo e Perla” (Lorenzo Mari, Tabard, rivista militante, nov.2007).
Il primo loro spettacolo è La Ballata di Woizzecco, (2003) una rilettura del Woyzeck di G. Buchner. A seguire anno dopo anno sono : MAC e BETH, (2004) una riscrittura del Macbeth di Shakespeare; Tutto il mio Folle Amore, (2005) uno s-concerto poetico in omaggio a Pier Paolo Pasolini La Rosa di nessuno(2006) una lettura scenica sull’Olocausto Acquario Lunare (2006) una frequentazione scenica nella poesia del novecento Titanic, una fiaba del vecchio millennio , (2007)  spettacolo ispirato a “La Fine  del Titanic” di H.M.Enzensberger, AMURDUR (2008) un vile cabaret che debutta al Napoli Fringe Festival nel giugno del 2009, (per la prima volta con un terzo attore in scena, Simone Ricciardi) Con tanto amore, Mario”(2010) assolo senza parole dedicato a Mario un nome comune per un uomo comune
Nel 2011 vincono con lo spettacolo TITANIC il premio IN-BOX .
Nel 2013 presentano una nuova edizione di TITANIC incentrata più sull’ immaginario circense e voluta più agile nell’impianto scenico per poter portare lo spettacolo on the road o in contesti fuori dagli spazi teatrali usuali. Lo spettacolo prende il nome di TitaniCircus.
Nel 2014 in coproduzione col teatro i di Milano presentano l’ultimo lavoro I giorni fragili di Adamo ed Eva .

astorritintinelliteatro.com

 

SOSTENITORI

Regione Piemonte Comune di Torino Circoscrizione7 Torino Giovani Fondazione CRT Sistema Teatro Torino