PERCHE’ L’INGRESSO E' GRATUITO
 
 
Al Teatro della Caduta l’ingresso a tutti gli spettacoli è gratuito.
Gli artisti non percepiscono un compenso, ma fanno cappello in sala.
Per il pubblico l’offerta è libera e chiunque può dare un prezzo allo spettacolo.
Non è un esercizio commerciale, non una compagnia in senso tradizionale,
ma un luogo dove gli artisti incontrano un pubblico nuovo.

 

Teatro della caduta

“Si dice da tempo che al teatro che nasce mancano gli spazi, mancano i soldi. Forse è vero, ma quello che manca davvero al teatro è il pubblico: le persone preferiscono spendere il loro tempo altrove.
 
Al Teatro della Caduta abbiamo adottato la formula dell’ingresso gratuito per avvicinare un pubblico nuovo al teatro. Nelle sale teatrali si vedono soprattutto due categorie di persone: il pubblico degli spettacoli d’intrattenimento con personaggi di richiamo sul palco, o un pubblico di nicchia - fatto di addetti ai lavori, appassionati e appartenenti al mondo che ruota attorno al business del teatro (festival, rassegne, concorsi, grandi produzioni) - che chiede qualcosa di ricercato, di intelligente. Tutti gli altri non vanno a teatro, o ci vanno per caso.
 
Al Teatro della Caduta invece ci vengono proprio tutti, anche per caso, e per entrarci non c’è bisogno di appartenere a niente. Di solito, semplicemente, un amico te l’ha consigliato! Quando ci vai sei sorpreso perché hai l’impressione di trovarti davanti a qualcosa d’insolito. La sua sala è così piccola che sembra improbabile che qualcuno abbia pensato di farci un teatro. Sembra finto ma siccome è lì davanti a te, sei costretto ad ammettere che è autentico.
Nella mia idea questi sono da sempre gli ingredienti del teatro, quello che amo e che ho incontrato poche volte, di cui faccio fatica a dimenticarmi. Qualcosa che non ha prezzo, che è difficile replicare e che merita di spendere non tanto i tuoi soldi, quanto il tuo tempo.
Ecco cosa manca al teatro: il tempo.E le persone che hanno voglia di spenderlo.
Il teatro non è un servizio da pagare: è piuttosto un piacere, come i cioccolatini, quelli buoni, che te li ricordi da quando sei piccolo. E credo che la pensino così anche una parte delle 25.000 persone che sono venute a trovarci alla Caduta in questi 8 anni di spettacolo e che ringrazio per averci tenuto compagnia!”
 
 
Massimo Betti Merlin
(direzione artistica)

SOSTENITORI

Regione Piemonte Comune di Torino Circoscrizione7 Torino Giovani Fondazione CRT Sistema Teatro Torino